Home Page del Comune Clicca per approfondimenti

Clicca per visualizzare la guida alla navigazione
 
 

TERRITORIO

 

in evidenza

 

Risorse

 

 
Sei in: - STORIA - Una moneta del sec. XIV

Una moneta del sec. XIV
testi a cura del dott. Michele Sciņ  maggiori info autore
La moneta che si vuole descrivere è un quattrino in lega, coniato nella zecca della città di L’Aquila dopo che questa si dichiarò a favore di Ludovico II d’Angiò (13821384) (1). È stata trovata circa 15 anni fa a Pereto, nella località detta la Madonnella, da un bambino che me la mostrò durante gli incontri sulla storia locale svolti in collaborazione con le maestre delle scuole elementari. Il rinvenimento fu del tutto fortuito, la trovò mentre camminava sul ciglio della strada dopo un giorno di pioggia. 
  
Diametro di 18 mm nella parte più larga, colore scuro, di poco spessore, peso stimabile al di sotto di un grammo. La moneta venne riconsegnata al bambino. La Madonnella è una località che già altre volte ha restituito reperti del genere, forse perché le acque piovane dopo aver lavato i tetti e le strade di Pereto confluiscono tutte là. Inoltre c’è da considerare che nel medioevo i viaggiatori provenienti dalla via Valeria dovevano transitare per questo luogo, prima di accedere al paese per la porta delle Piagge (le Piai, nel dialetto). 
 

  

Note 
1) CORPUS NUMMORUM ITALICORUM, Italia meridionale continentale, vol. XVIII, Bologna 1970 (rist. anastatica dell’ediz. Roma 19101943), p. 20, n. 47. La figura riprodotta è tratta da VINCENZO LAZARI, Zecche e monete degli Abruzzi nei bassi tempi, Venezia 1858, tav. I, n. 3.

Testi tratti da il foglio di lumen
 

 
Sei in: - STORIA - Una moneta del sec. XIV

Territorio

 
 


Team sviluppatori
| Grafica e Redazione | Copyright